HOME  PAGE

Aggiornato il 12-12-2007 VAI GIÙ

L'IMPORTANZA  DI  CHIAMARSI  SILVIO

  Un lavoretto in tre atti di Rosanna Pinotti

Nota esplicativa dell'autrice sull'origine del titolo

Perché - vi chiederete - L'importanza di chiamarsi Silvio?  E’ necessario un breve preambolo. Voi tutti conoscete senz'altro uno dei più famosi e senz'altro il più arguto degli scrittori inglesi del tardo ottocento: OSCAR WILDE. Ebbene, egli sì scrisse un celeberrimo unico romanzo: il Ritratto di Dorian Grey che costituisce il manifesto del movimento estetico, movimento fortemente presente nella nostra letteratura per merito di Gabriele  D'Annunzio, ma, dedicò gran parte del suo genio letterario alla stesura di commedie la più famosa delle quale è senz'altro:

" L'importanza di chiamarsi Ernesto ". 

Nel titolare questa commedia egli giocò sul fatto che Earnest, in lingua inglese significa  Ernesto ma allo stesso tempo anche  onesto e quindi veniva offerta al lettore o allo spettatore una doppia chiave di lettura del titolo che poteva anche essere interpretato come " L'importanza di essere onesto ".

La mia modestissima opera si richiama, chiaramente solo nel titolo, a quella di Wilde e dal momento che, di quale Silvio si tratti,  siamo tutti a conoscenza, potrebbe essere intesa come "L'importanza di chiamarsi Silvio" ovvero "L'importanza di essere ricco".

Vorrei altresì precisare che in nessun modo si è voluto  usare il nome del Silvio nazionale con intenti "politicamente scorretti," d'altra parte la mia appartenenza politica è ben nota.

Una parte della commedia è scritta in dialetto o in un italiano volutamente maccheronico, l'italiano di chi, abituato ad esprimersi in dialetto, ha assimilato la lingua nazionale in maniera parziale mescolandolo anche un po' con le parlate dei luoghi di immigrazione. I dialetti, alcuni modi di dire, certi aforismi raccontano la storia della gente nella sua evoluzione. La filologia è una bella scienza che io personalmente amo molto ma purtroppo poco frequentata. Dico questo perché c'è purtroppo  la tendenza da parte di una certa intellighenzia  a bollare tutto ciò che viene espresso in dialetto, come "popolare" dotando il termine di un'accezione negativa che io trovo difficile da individuare, per cui, sono ben felice di essere l'autrice di questo lavoretto popolare che spero possa farvi  almeno sorridere.

PERSONAGGI

- Assunta  -  madre di Gigliola

- Maria  -  amica della madre

- Gigliola  -  figlia di Assunta

- Prete

- Medico

SCENA

Un salotto, con due porte laterali, una finestra veranda sullo sfondo, é arredato con un tavolo, 4 sedie, alcune poltroncine , quadri alle pareti.

PROLOGO

MAZURCA CON FISARMONICA DAPPRIMA ALTA POI A SFUMARE

La padrona di casa di nome Assunta, ribattezzata Sonta o Sontina a seconda delle circostanze, è tornata a Bagnone dalla Barsana o Pianura come preferite. Abita in una casa lussuosa, frutto principalmente del suo duro lavoro. Lo stato di vedovanza non l'affligge più di tanto, unico problema è quello della figlia, erede dei suoi beni e soprattutto di quei sogni che a lei in gioventù sono stati negati. La giovane è vicina alla trentina, ha ricevuto una buona educazione studiando dalle Orsoline, come ogni ragazza di buona famiglia, ma non ha un fidanzato. Chissà…forse è giunto il momento.

MAZURCA MEDIA FINO A COMPLETA APERTURA DEL SIPARIO, POI BASSA

 

  ATTO  PRIMO

La padrona di casa, Assunta e la sua amica Maria sono in salotto e stanno chiacchierando del più e del meno mentre lavorano a maglia.

Assunta- Cara Maria, averga di fioi al giorno d'oggi l'è un pensiero, delle figlie poi….Beata te che non ti sei sposata……………..

Maria- Ma va là, te, ta tzè ambatu ben. Al to' marid jer an brav'om!

Assunta- L'è propi vera! Ci piaceva un po’ il vino, ma in fondo in fondo… non era cattivo.

Maria- E' mancato davvero troppo presto e ti ha lasciata sola!! FINE MAZURCA

Assunta- Sai, me an soffru miga ad solitudine e a dig com a disa al pret an cesa:"Fiat voluntà domine" che vol dire, tè magari non lo sai," Sia fatta la volontà del Signore"

Maria- Certo, la fede prima di tutto e po' a son sicura che Tonin da lassù ti guarda e ti guida.

Assunta- Meglio che guarda parchè par guidar…i n'er mia al so' mester!

Maria- Parchè at disi acsì?

Assunta- Parchè, dopo un bicchiere di troppo a san andà a sbatar do' votia an tal Naviglio neh!!!

Maria- La po' capitar a chiunque !!!

Assunta- Può darsi, ma a lù an particolare.

Maria- E po' i vreu tantu ben a la so' fiola!!!

Assunta- (lo sguardo rivolto verso il cielo) La so' fiola i la dovreb aiutar an po' ad pù e magari chiedere l'intercessione del Signore.

Maria- Ma dai che la to' Gigliola l'è brava e bona..

Assunta- Ah, brava sì, bona a nal so! D'omi chi d'antornu an n'an vedu e dir cl'è anca struita!!

Maria- At vedrè ca gnirà anca par lè al so moment!!

Assunta- L'è an po' c'aspet cal momentu, ma tzè, ormai a furia d'aspetar la gà quasi trent'anni!!

Maria- Datti pace!!

Assunta- Sì…sì…ma  armai ho perdù la pasiensa!!

Maria- Sta tranquilla….

Assunta- Anca al me marid, Dio l'abbia in gloria, ( E chi s'al tegna pur lassù con lù), im diseu - aspetta Sontina, aspetta- Ma po' lu i sn'è andà e le l'è ancora chi cl' aspeta.

Maria- Cal sant'om i diseu al giustu, ma t'an vedi che oggigiorno si sposano e poi divorziano dopo tre mesi! Allora scusa eh, ma l'è mei restar par so cont.

Assunta- Ma me, a la me fiola, ci ho dato dato un'educasione cristiana e le suore Orsoline ci hanno insegnato a far bene!

Maria-  Quando il matrimonio non va, an ghè Orsoline ca tegna, cara la me Sontina!

Assunta- Te non lo puoi sapere che…….insomma , diciamolo: sei zitella! Nel matrimonio magari si tacca da dire! Ma poi…tutto passa con un basin. E' normale!!

Maria- (Un po' risentita) Zitella è una parola grossa! Ne ho trovati anch'io…. ma non c'era quello giusto…

Assunta- Lo volevi bello, ricco e intelligente….Te lo dovevi comandare a Carrara !!! Carlin dei Ciosi non l'hai voluto e allora... eccoti qua.

Maria- Carlin era proprio innamorato…………. ANONIMO VENEZIANIO 10 SECONDI

Assunta - Ti piaceva anche a te, ma non lo volevi contadino…ha fatto la smorfiosa e così tombola…la Beppina se l'è preso su, oggi è vedova e benestante come me, ci ha la pensione di riversibilità, e te sei lì sola come un cucù.

Maria - Non c'era solo Carlin.... ( sognante) ANONIMO VENEZIANIO 10 SECONDI

Assunta- Beh diciamo la verità, il tuo podere faceva gola a tanti… a quei tempi non c'erano che gli occhi per piangere. E oggi guarda un po' com'è cambià al mondu: al poder, jè tut a saudu e te cà e ciesa, ciesa e cà. Hai fatto degli errori, lassa che te lo dica una che cià del sale in zucca.

Maria- Io avrò fatto i miei ma anche gli altri hanno fatto i suoi e ora se Dio vuole non ho di certi problemi…

Assunta- Io sai.. beh certo ero una gran bella ragazza a detta di tutti non avevo il podere  e ad un certo punto mi sono sposata per amore..e mi sono accontentata  Povar Tonin!! Che Dio lo benedica ( e chi sal compatisa che me a l'ho compatì anca trop!)

Maria-  Comunque la to' Gigliola l'è ancora an temp a trovar un bravo giovane che la sposa!

Assunta- Certo! L'è una ragazza di una finezza che se ne vede poche in giro!!

Maria-Sì, l'è un po' troppa magra!!

Assunta-Te non capisci mai, stare qui al paesello ti ha rimbambita! E' fine nel portamento, nei modi, nell'aspetto…… E poi ora usano quelle magre, non lo sai?

Maria- Mah, i brocchi non mi sono mai piaciuti e poi al dis anca al proverbi, " La grassezza fa' tanta bellezza".

Assunta- Adesso l' ancomincia a enventar anca i proverbi!!

Maria- A proposito ad matrimoni..dì un po'…ta t'arcordi al povar Pietrino chi steu a San Roc?

Assunta- Altrochè!! Eran dzovan ansemal!! I m'avreu sempar far balar, ma a me, im ma piaseu mia!!

Maria- E ben, la so fiola l'ha sposà an sioron e la stà a Voghera in una villa principesca, una vera signora!!

Assunta- (si alza in piedi indignata) E no cara mia!!! Ti sbagli!! Signori si nasce. La mia Gigliola può dire di essere nata Signora!! Quella là, sbaglio o era un po' volgarotta, per così dire…grossolana?

Maria- A me l'am pareu bela. La gheu i oci azzurri e i cavei d'un biondo…..

Assunta- (si risiede) La sarà bionda ossigenata!! E i oci, oggi ci sono le lenti a contratto che te li fanno diventare celesti anche a te! Tu, queste cose non le sai perché sei sempre stata qui a Bagnone,  Il mondo si è mosso bella mia!!!

Maria- Ma l' aghieu anca da piccina!!

Assunta- Te non ci hai di memoria! La confondi con un'altra. A me, per dire la verità, am sembra cla gheu i oci chi tachevan lita……

Maria- Mah.. me an m'an son mai accorta.

Assunta- Te t'an t'acordzi mai di niente.

Maria- Eppure…

Assunta- Certo che sl'ha trovà an sior lé… ( e poi bisogna vedere…) a maggior ragione al po' trovar daver anca la me Gigliola!

Maria- Altroche!!

Assunta- La ga un coredo la me Gigliola che a Bagnon i sal sognan ad nota!!

Maria- A proposito, sèt Sontina…non so come dire….

Assunta- Cosa c'è? Dì su Maria,,,,

Maria-( A gal dig o an gal dig mia?) A garei na cosa da dirta ma…….

Assunta-  A ghètu cuarc novità?.Te at tzè carcò! Dai, a san o an san mia amighia?

Maria- La Carmelina dan tal Pian la m'ha dit……………….

Assunta- Cos la t'ha dit? Cla ciaciarona..NONA BEETHOVEN 2 BATTUTE CUPA

Maria- L'ha m'ha dit cl'ha vist parlar la to' fiola con un  an dzovan, propi lì davanti al Comune, tzè, al bar della Vannina.

Assunta- (si rialza agitatissima) DI LA VRITA'????? LA MOSTRA!!!!!!!! A me ca son so' ma ? NIENTE!! MUTA!!! E dì su? Aveva un bel portamento? Era vestito da signore? Si teneva alla giusta distanza?

Maria- Ma Sontina  sta calma, siediti! Ho solo detto che sembrava  che le parlava un giovane!!!!!

Assunta- La me Gigliola!! L'è propi un fiore!!! Finalmente si sposa!! Quel giglio della Gigliola!!! Tonin proteggila da lassù!! (an ta scomodar a gnir zu)

Maria- Va pian Sontina magari i s'en parlà par la prima vota!! Poi da cosa nasce cosa………

Assunta- Si jeran davanti al Comune i saran andà a informarsi dal Sindaco per il matrimonio e i documenti, no? La cosia la van da sé… Ma sei dura come un sasso!!

Maria- iI sponan essar ancontrà là par cas.

Assunta- Ma va là, an ta stag gnanca a sentir…A sentu cla garà trei fioi

Maria- Torna a la rason!

Assunta-  La deu far presti parchè la va an po' su con l'età! Lei ci ha bongusto. Sicuro sarà fine, e di buona famiglia!!

Maria- Ha detto che era un po' scuretto di pelle.

Assunta- Sarà stato al mare, i giovani di buona famiglia oggi vanno alle Secelle o alle Balneari!! Te poverina non lo puoi sapere che il viaggio più lungo lo hai fatto a La Spezia!!

Assunta canticchia, ballando per la stanza: Trallallero, trallallà, trallallero, trallallà ecc. AZZURRO DI CELENTANO 10 SECONDI

Maria- tra se ( Mah, l'am par agnù sema, l'è mei ca vag a cà.)  L'è tardi! Il tempo è volato! Devo proprio andare!

Maria inizia a mettere via la maglia

Assunta- Allora ti saluto! E mi raccomando, per il matrimonio comprati un vestito nuovo che sei sempre stata un po' strica. Non fare sfigurare la mia Gigliola neh!!

Maria- Sta tranquilla Sontina. A s'audan. (L'è già arrivà a l'altare).

Maria se ne va mentre mentre Assunta continua a cantare:trallallero trallallà i mosconi sono qua……….

AZZURRO CELENTANO 10 SECONDI MEDIA POI BASSA DA SOTTOFONDO

Assunta – Tonin finalmente tutti i nostri sacrifici, pu i mè che i tò adzan la vrità,i gniran arpagà. La nostra Gigliola si metterà a posto, a l’onor del mondo e con una buona dote. Chissà che invidia in giro!!! Ciò fin paura del malocchio.

Al so ben me: “Oh che bella ragassa che cià Sontina! E com’è struita! Ma ce l’ha il moroso?” A val dag me ades al moros: “ Sì ce l’ha il moroso, è bello, è bravo, è benestante, e allora? Ma mentre le vostre figlie andavano in discoteca, paninoteca e chissà dove, la mia andava in biblioteca!!care le mie pettegoline!! La classe non è acqua - come disse un famoso scrittore – il bello deve ancora venire…. Che matrimonio… ne dovranno parlare per anni e anni…..

SI ALZA LA MUSICA FINO A SIPARIO CHIUSO

SIPARIO 

  

ATTO  SECONDO

AZZURRO FINO A COMPLETA APERTURA DEL SIPARIO POI BASSA

Assunta è sempre in salotto. Balla canticchiando un'arietta di sua invenzione mentre spolvera e mette a posto i fiori nei vasi.

Volano i mosconi sul mio prato in fior

Uno si è fermato colpito nel suo cuor

Ha trovato in lei ..il nettar dell'amor

 

Entra Gigliola MUSICA A SFUMARE

Gigliola- Ciao Mamma.

Assunta- Gigliola, sembri un fiore!! (le raddrizza il busto) Stai dritta con le spalle che ciai un bel petto da mostrare!! Non sei mica come quelle che se lo fanno di plastica tè!

Gigliola- Mamma sei più allegra del solito. (Avrà mica bevuto con la Maria')

Assunta- Ero qui che pensavo….

Gigliola- Che cosa pensavi? (Gigliola si siede)

Assunta- ( prende carta e penna, si siede e poi comincia a scrivere) NOZZE DI FIGARO 10 SECONDI POI SOTTOFONDO BASSISSIMO Pensavo che ti manca qualche paio di lenzuola di lino di Fiandra e due o tre tovaglie ricamate di Firenze, come quelle che vendevamo io e il tuo papà quando ci avevamo il banco. ( Oddio, io vendevo, lù non si sa bene dov' è che l' andava!!) e poi…..qualche camicia da notte in seta…….Una parure di pizzo francese ( per la prima notte!!)

Gigliola- Ma per far cosa?

Assunta-  Vai che la biancheria la n'è mai troppa!!! Una coperta di piquè…

Gigliola- Ma noi ne abbiamo così tanta!!

Assunta- Intanto il corredo deve essere ricco….e poi non si sa mai che da un giorno all'altro diventi necessario. Ne cambiano di cose.. Tre dozzine di asciugamani di spugna della più fina… Una liseuse  nel reparto di maternità ce l'hanno tutte…..

Assunta continua a canticchiare pensando cos'altro possa mancare

Ronzano i mosconi, van di fiore in fior…  DON GIOVANNI DI MOZART CLAVO ARPA

Gigliola- Mamma, cos'hai? I mosconi non vanno di fiore in fior! Vanno su qualcos'altro! Non mi far dire le parolacce!

Assunta- Come l'è fine e ingenua……Eppure qui c'è un moscone che ronza e speriamo che non si sia ancora posato sul fiore!!

Gigliola- Mah……..

Assunta si avvicina alla figlia con aria complice PANTERA ROSA 3 BATTUTE

Assunta- Non hai niente da dire alla tua mamma?

Gigliola- Non capisco proprio cosa dovrei dire….

Assunta- Sicura sicura?

Gigliola- Non so proprio dove vuoi arrivare…..

Assunta- ( si rialza) Ah no!!! E allora te lo dico io!!! Qua c'è qualcuno che me la conta mica giusta neh!! Carina!!! Il moscone c'è! Eccome se c'è!!

Gigliola- ( quasi in lacrime) E' stata quella pettegola della Maria! Solo per vedermi parlare con qualcuno…..

Assunta-  Una madre non ha bisogno che nessuno le dica niente. Una madre sente, sa….. e arriva anche a vedere dove altri non vedono!!

Gigliola- Era solo un amico!!!

Assunta- (si risiede) Di su, come si chiamerebbe questo cosiddetto amico?

Gigliola- Non lo so!

Assunta-Parli con la gente e non sai come si chiama? Cosa ti ho fatto studiare a fare? dico io!!

Gigliola- ( A voce bassissima) Mohammed

Assunta- Come? Hammameth? Cosa c'entra Craxi? Forse che è un suo parente?

Gigliola- Niente di tutto questo mamma. Si chiama Mohammed

Assunta- MOMMED HAMMETH!!! E che nome è mai questo!! Io di San Mammeth non ne conosco. Quando si festeggia? Non avrà mica un nome da peccatore per caso?. Va bè, una soluzione ci sarebbe. (sognante) Tu potresti sempre chiamarlo con un altro nome, magari….. Silvio!!

Gigliola- Silvio? E perché?

Assunta- (si rialza) Perché è un bel nome, tondo. Senti: SILVIO. Riempie la bocca, ( E anca al portafogial!) E poi porta bene , fa fine, fa distinzione, fa signore….. Ma dimmi……….é titolato?

Gigliola- Cosa significa?

Assunta-  Beata ingenuità!! Se ha un titolo: marchese, conte visconte, (re forse sarebbe troppo!)

Gigliola-  Queste son cose da Medioevo mamma!!

Assunta-  Ma cosa vuoi sapere tèh….magari poi uno si accontenta anche di un Cavaliere! CAVALIER SILVIO!!!!!Senti come suona bene!!

FORZA ITALIA 2 BATTUTE

Gigliola- Macché cavaliere! E' una persona comune.

Assunta- (si risiede ma sulla poltrona) Oggi non sto mica bene…… Mi sento un dolorino che mi prende proprio qui.(si tocca la tempia).Dimmi, di dov'è?

Gigliola- Abita nel Piano di Bagnone!!

Assunta- Sì, ma la famiglia da dove viene? A Bagnone con quel nome lì non ne conosco mica…

Gigliola- Mamma……

Assunta- Su figlia mia! Sai che la mamma ti vuole tanto bene…(le prende la mano)

Gigliola- Viene da lontano…….

Assunta- Cosa vuol dire? La tua amica Giuliana non ha mica sposato uno della Val Brembana? Due orette di macchina, eccola là!!

Gigliola- Ma lui è de Il Cairo!

Assunta- Ah! Cairo. Aspetta…Chi ci lavorava? Ah sì, ci aveva un negozio la Beppa da Iera. E' dopo Genova, verso Savona se non sbaglio. Sarà avaro se è di quei posti.. ma in fondo è così che si fanno i soldi.

Gigliola- Non è quel Cairo, mamma. Quello che dici tu è Cairo Montenotte.

Assunta- Monte di notte o Monte di giorno allora dimmi dov'è questo paese d'Egitto!

Gigliola-(si alza)ECCO, PROPRIO LI' MAMMA!! MUSICA ARABA 10 SECONDI

Assunta- Lì dove? Cosa?? (guarda in terra)

Gigliola- IN EGITTO!!!

Assunta- IN EGITTO? SARAI MICA MATTA? Ahimè che dolore alla bocca dello stomaco (si alza e poi si  accascia sulla poltrona)

Gigliola- Mamma calmati! Ti prendo un cognac.( si allontana)

Assunta- Una fa di tutto per i figli e poi vanno a finire in Egitto, caro Tonin!

Gigliola rientra con il Cognac e cerca di farlo bere alla madre

Gigliola- Ecco mamma, bevi!

Assunta- ( Allontana il bicchiere) Non voglio bere!! VOGLIO MORIRE, VOGLIO ANDARE DAL TUO PAPA'! Ma prima voglio sapere dov'è l' Egitto.

Gigliola-In Africa , mamma, ma in Africa del Nord!

Assunta- Un Africano a casa della signora Assunta da Bagnone!! Mai e poi Mai!!! Come sto male!! Cosa diranno a Bagnone!!

Gigliola-  Allora dillo che sei razzista!!

Assunta- Me l'aveva detto la Maria che era scuro di pelle! Ma un Africano!! Tonino, (sguardo al cielo) Un Africano a casa nostra!! Oddio!! Mi si è risvegliato anche il trigemino!!(si tocca la guancia)

Gigliola- Mamma è Egiziano! Una delle più antiche civiltà del mondo! Eppure ti era tanto piaciuta la Cleopatra con la Liz Taylor!!

Assunta- Terra di vipere ……MUSICA ARABA CAROSONE SOTTOFONDO 10 SECONDI

Gigliola- Mamma , c'è la Valle dei Re con le Piramidi e poi..Il Nilo…(sognante)

Assunta- Oddio la colite!!(si preme l'addome)O può essere anche la gastrite!  Non ti dice niente MOGLIE E BUOI DEI PAESI TUO! Io che ti ho allevata come un fiore e tu che mi vieni a parlare di fiumi pieni di coccodilli e di gente che cammina di traverso! La tua mamma sa di tutto! Si è fatta una coltura!!

Gigliola-(si siede accanto alla madre) Mamma, non camminano di traverso, è solo un sistema di pittura. L'Egitto è una terra ospitale! Anche la Madonna con San Giuseppe e il Bambinello erano fuggiti in Egitto per sfuggire ad Erode….

Assunta- Erano altri tempi….e poi tu non devi mica sfuggire a nessuno! Son io che dovrò fuggire dalla vergogna!Te, ho bel e visto che mi vuoi far morire!!

Gigliola- Sei antiquata e razzista! (sta per piangere)

Assunta-  A me non mi commuovi mica neh! Razzista non me lo dici! Per me son tutti compagni: quelli di Corlaga li tratto come quelli di Bagnone o di Iera o di Mochignano e via dicendo. Piuttosto: se è nato nei posti di Gesù sarà almeno un buon Cristiano?

Gigliola- Sì, a modo suo…

Assunta- Cosa vuol dire a modo suo? Non sarà mica di quelli che dicono di esser Cristiani e poi non vanno mai in Chiesa neh?

Gigliola- (piano) Lui va alla Moschea..

Assunta- (si guarda attorno) Mosche? Prendi il flit sotto al lavandino, quest'anno ce n'è davvero tante!!

Gigliola- (forte) Parlavo della Moschea mamma!! E' Mussulmano!!

Assunta- Mus…cos'è? Che confusione!!

Gigliola- Mamma.. Dio lui lo chiama Allah, il suo Vangelo è Il Corano e il suo Profeta è Maometto da cui ha preso anche il nome!!

Assunta-  Ho un gran dolore al petto, oddio!!! Cosa diranno mai i Bagnonesi!!E Don Giuseppe!! Che dolore!!! Chiama il dottore che ho l'infarto in corso.

Gigliola- Calmati mamma..

Assunta- Dammi una piccola soddisfazione prima di morire, dimmi almeno se lavora.

Gigliola- No, non credo che lavori ma è molto intelligente.

Assunta- Non sai nemmeno se lavora! Sto per dare l'ultimo respiro. Che scuole ha fatto se è così intelligente?

Gigliola- Per ora va alla scuola serale per imparare l'italiano. Nel suo paese non so che studi abbia fatto.

Assunta- (imita il modo di parlare della figlia) Non so se lavora…non so che studi ha fattoStai a vedere che è anche alfabeta!!! E io che ti ho mandata dalle Orsoline!! Non l'hai capita che vuole i tuoi soldi? Magari è stato anche in galera!! Mi fa male il fegato. Oddio Tonin aspettami che arrivo (occhi al cielo).

Gigliola-Tu dici sempre che con la terza elementare hai fatto fortuna!

Assunta- Io son io e lui è lui. Che dolore hai dato alla tua mamma!!

Gigliola- Non c'è niente di male, stiamo diventando una società multirazziale!

Assunta- Non ti capisco te e i tuoi paroloni. Mi si paralizzano le gambe!! Vedo Tonin ( è diventato ancora più brutto)! Aspetta che arrivo!! Un dottore, un prete!! Muoio.( chiude gli occhi) Datemi l'Estrema Unzione (in un soffio).  

NONA BEETHOVEN FINO A SIPARIO CHIUSO.

SIPARIO

ATTO  TERZO

Assunta  è sulla poltrona distrutta più che dal dolore, dalle notizie di cui è venuta a conoscenza. Entra il dottore accompagnato dalla figlia

Assunta- Mascalzone!! Mafioso!

Dottore- Sontina cosa dice!

Gigliola- La scusi. Vaneggia, non è in sé, non diceva a lei….

Il dottore si avvicina alla poltrona.

Dottore- Sontina, ma cos'ha!!

Assunta- Me lo dica lei cosa ci ho. E' lei o no il dottore?

Dottore- Volevo dire cosa si sente?

Assunta- Ciò male dappertutto, dalla punta dei capelli fino alle unghie dei piedi.

Dottore- Le preme l'addome. Le fa male se premo qui?

Assunta-  Aiuto!!!!! Mi fa male dappertutto! Non basterebbe tutta la farmacia di Nanni  per calmare i miei dolori.

Dottore- Non esageri! Lei è agitata,

Assunta- Cosa dice dottore non avrò mica i tricicli alti come mio marito che poi è morto? E' già da un po' che non faccio le nalise.

Dottore-  Suo marito aveva i trigliceridi. Sa bene che alzava un po’ il gomito!! Ma lei…neanche per sogno!!

Assunta-  Magari avrò anch'io la peronospera. Aspettami Tonin che arrivo!!

Dottore- Suo marito aveva la prostata. Stia sicura che lei non ce l'ha!! Lei è sana come un pesce!!

Assunta- ( Piano, tra sé)  Guai a fidarsi dei dottori al giorno d'oggi! Dio me ne guardi!

Dottore- Cosa dice?

Assunta-  Niente, niente…TELEFONINO ( ag mancheu anca al telefonino)

Dottore- Adesso le prescrivo un calmante (Scrive la ricetta). Ne prenda 30 gocce subito, 30 la mattina e 30 la sera.

Assunta- Io non ho bisogno di calmanti, non vede che sono con un piede nella fossa? Tra un po' mi calmerò per sempre! Devo scendere dal Tram.

Dottore- Per essere con un piede nella fossa parla troppo, direi che lei è ipocondriaca!

Assunta- Ipo cos'è? E' una malattia grave?

Dottore- Ipocondriaca! Lei crede di avere tutte le malattie.

Assunta- IO HO TUTTE LE MALATTIE!! Proprio adesso mi comincia a far male un occhio. (Entra il prete) vedo tutto nero. Ahimè…..Avanzo di galera! Profittatore!!

Prete-  Ah..Ah..Ah…Cara Sontina Cosa dice??

Gigliola-  La scusi Don Giuseppe, sta delirando, deve avere la febbre alta. Mamma c'è  il nostro parroco.

Assunta- Non lo riconosco più, ho perso anche i sentimenti.

Gigliola- Mamma, esageri..TELEFONINO

Assunta- Padre si avvicini, ch'im daga l'estrema unzione che po’ a vag a trovar al me Tonin an Paradis.

Prete-  Cara Sonta, ascolti: queste non son cose da prendere alla leggera, io direi di aspettare un pochino. Lei mi sembra solo un po' agitata, ma è bella bianca e rossa. Il dottore qui l'aiuterà.

Dottore- Temo che sia un caso senza speranza….

Assunta-  Lei non sa niente! Non può immaginare!!

Prete-  Cosa ci può essere di tanto grave?

Assunta- Arrivano i Turchi a casa mia….

Prete- (Piano rivolto alla figlia) Delira davvero. Ha perso la ragione!

Assunta- Eh no! Qualcun altro ha perso la ragione! Tutti fuori che mi voglio confessare.

Prete- Ecco, questo si può fare……….

Gigliola e il dottore escono dalla stanza.

Assunta- Padre, c'è in giro un mascalzone scuro di pelle…….

Prete- Mascalzone.. bisogna essere sicuri prima di parlare….In quanto a scuro di pelle, sa...oggi si fanno tutti la lampada!

Assunta- Macchè lampada! E per il mascalzone.. se parlo…vuol dire…ca so quel ca dig!! (quasi all'orecchio del prete) Vuole impadronirsi dei miei soldi!

Prete-  Ma chiami la polizia, benedetta! Queste non son cose da Preti!!

Assunta-  Non posso! Il maledetto vuole entrare per vie traverse profittando del mio fiore! Ahimè!

Prete- Se vuole entrare dal giardino ci metta un allarme, santa donna!!

Assunta- Macché, il fiore l'è la mia Gigliola! Il bandito la vuole sposare!!

Prete- MAGNUM GAUDIUM!! OFFERTORIO A SFUMARE Ma su! Matrimonia semper bona sunt!!! E poi.. prima di dire che si tratta di un bandito mafioso bisogna chiedere informazioni,. Se vuole me ne incaricherò personalmente e andrò in caserma a parlarne con il maresciallo.

Assunta- Altro che maresciallo qui ci vogliono i servizi segreti, la Bigos, il Kakkagigin e forse anche il Cus Cus Can!

Prete-Ma cosa dice?

Assunta- Padre, ascolti le parole di una morente. Una madre certe cose le sente: QUELLO  NON HA UNA LIRA IN TASCA! Aspetta Tonin che arrivo!!(Occhi al cielo)

Prete-  Sonta, "Pecunia non est felicitatem", i soldi non fanno la felicità. I soldi spesso portano alla rovina.

Assunta- Accidenti al latinorum!! Io, caro Don Giuseppe, tanto per cominciare sono stata più felice da ricca che da povera e poi c'è dell'altro…La cosa più importante lei non la sa ancora……..

Prete- Buon Dio, che cosa ci sarà mai?

Assunta- Viene da giù…………….

Prete- Da dove? Dal nostro bellissimo Sud?

Assunta- Dio lo volesse! Ancora più giù….

Prete- Cosa dice? SOTTOFONDO ARABO SAMMARCANDA

Assunta- Non so se è proprio Turco. Ma comunque viene dal paese della  Cleopatra sa, per capirci, quella della biscia……..

Prete- Allora è Egiziano!

Assunta- Ecco, sì, Egiziano.

Prete- E' Mussulmano!! Il problema mi sembra più religioso che economico. Gli Egiziani che vivono in Italia sono quasi tutti benestanti.

Assunta- Ahh sì? (si solleva dalla poltrona con un certo vigore)

Prete- Pensi che c'è una famiglia di Egiziani che è venuta ad abitare dalle nostre parti!

Assunta- Davvero' E dove precisamente?

Prete-  Credo nel piano di Bagnone, sa, in quella grande villa di recente costruzione…

Assunta- Ahh…Ho capito! Quella con la pisina!! Sa Don Giuseppe che la confessione mi fa meglio del dottore, mi sta passando il dolore alla testa. Ma dica… hanno mica un figlio giovane??

Prete-  Credo proprio di sì.

Assunta- Ma cosa fanno di preciso qui in Italia?

Prete- Si dice che siano ricchissimi petrolieri che hanno intenzione di perforare nella nostra zona perché pare ci sia il petrolio.

Assunta-  Anche quel dolore al petto sta passando. (Volge gli occhi al cielo) Tonin, forse  per adesso non ci rivedremo!! Sa mica come si chiama il ragazzo Egiziano che, detto tra noi, anche se un po' scuro deve essere un gran bel ragazzo?

Prete-  Mi pare Maometto…Mohammed.

Assunta-  (Urla ) MIRACOLO!  MIRACOLO! ALLELUIA HENDEL (Scusami Tonin ma non posso proprio venire) STO BENE!!! (si alza) Lei e come Padre Pio, MIRACOLO, Non ho più nessun dolore! Sono guarita, sana come un pesce!!

Prete-  Si calmi Sonta. I miracoli sono altri….e poi c'è un altro problema…

Assunta- Gigliola! Gigliola! Vieni qui dalla tua mamma che non si è mai sentita meglio in vita sua!

Entra Gigliola

Gigliola-  Cosa succede qui?

Assunta-  Don Giuseppe ha fatto il miracolo. Sono guarita e ho voglia di fare festa.

Senti, quel giovane…Com'è che si chiama? Ah si Mammet, vedi di farlo venire anche lui. Nel mondo non devono esistere confini. E' mica vero??

Gigliola-  Ma mamma, così all'improvviso!!

Assunta- Adorata figliola, dov'è il dottore?

Gigliola- E' andato via mamma…..

Assunta- Tanto meglio!!  Figlia mia, un buon prete vale più di mille dottori. Dai, vai a chiamare quel bravo giovane che parliamo di cose serie dato che c'è  qui anche il Monsignore.

Prete- Via Sonta, sa bene che non sono Monsignore!

Assunta-  I ga dventerà senz'altro dopo il miracolo che ha fatto…Cosa aspetti Gigliola? Vai a chiamare Mammet che non vedo l'ora di vedere il Nilo, le Piramidi e te …come la Liz Taylor in Cleopatra.

Gigliola- Mamma, si chiama Mohammed e poi fino a poco fa eri così irritata..

Assunta- La confessione mi ha fatta ragionare: un luogo che ha ospitato Gesù non può che essere abitato da gente per bene, gente onesta, gente lavoratora, proprio come noi.

Prete-   Sonta, "Hic sunt leones" le cose sono serie, c'è un grave problema religioso….

Assunta- E dai, ancora latinorum. Ma stavolta ho capito: sì, sono forte come un leone e poi lei m'insegna che con l'amore tutto si risolve (e anche il petrolio aiuta)

Prete- Volevo dire che  ci sono delle difficoltà con i matrimoni misti….

Assunta- L'amore fa miracoli! E poi….Faranno 2 cerimonie, si sposeranno 2 volte ! Ah.. che bello.. io con il mio visone e te Gigliola come una regina d'Egitto…

Gigliola- Mamma…

Prete- Lei Sontina sta sottovalutando un problema serio.

Assunta- Un prete, lasci dire a me, di certe cose ne capisce poco. In ogni modo, con calma, si potrebbe convertire quel giovane e battezzarlo.

Prete- Sarà un po' difficile ma si potrebbe comunque tentare. Audaces fortuna iuvat!! La fortuna aiuta gli audaci.

Assunta- Lasci fare a me…Io ho anche il nome pronto senta: Silvio, Silvio……come suona bene….e poi con tutto quel petrolio lo faranno senz'altro Cavaliere. Senta: CAVALIER SILVIO!!!!!! FORZA ITALIA 2 BATTUTE

Ma adesso via…. Dobbiamo prepararci e prima cosa fare la lista degli invitati. Voglio il Coro Monte Sillara  che cantano quasi tutti bene e anche la Banda che è una vera orchestra e mi farà un buon prezzo…

Prete- Misericordia……….

Assunta- No, la misericordia non mi serve …………..Verrà la televisione, chiameremo il TG4, SIGLA DEL TG4, con il suo direttore "Fede". Ci ha un nome quell'uomo che ispira fiducia  vero padre? E POI (rivolta al pubblico) VOI SIETE TUTTI INVITATI NATURALMENTE!!!!  MUSICA NUZIALE INTERVALLATA DA MUSICA ARABA

FINE

La commedia è stata allestita e rappresentata a Bagnone nel Teatrino di Grottò, dalla Filodrammatica del Centro di Cultura Bagnonese partecipe alle attività dell'estate bagnonese 2001 ottenendo un grande successo.

I commenti sono stati favorevoli perché oltre al contenuto della commedia, spiritoso e molto sentito dalla popolazione presente,  era stato ben adattato dall'autrice, la Dottoressa Pinotti Rosanna. Non si deve dimenticare la brillante l'interpretazione delle brave Bagnonelle,  che sono state tutte brillantissime, superiore ad ogni aspettativa.

La sala affollatissima, gli applausi a scena aperta, hanno caratterizzato e dato enfasi all'interpretazione che ha superato ogni ostacolo che alla vigilia sembrava insormontabile.

Gli intermezzi musicali sono stati eseguiti della "Gody Gody Band" che hanno ancora una volta rispolverato e suonato pezzi del nostro repertorio folkloristico locale, gradito e ben amato da tutti.

Pubblicato
a Bagnone - Agosto 2001.

TORNA SU

A l' Autrice

CASTIGAT RIDENDO MORES

A Rugggio