HOMME PAGE

Aggiornato il 07-05-2007

VAI GIÙ

Le foto

bagnone_il_borgo.jpg (36293 octets)

Bagnone, il Borgo 

bagnone_pontevecchio01.jpg (72102 octets)

L'antico palazzo Cortesini visto dal Ponte Vecchio

Pontevecchio1.jpg (62362 octets)

Il Ponte Vecchio e

la casa Cortesini

cortesini_piazza_marconi.jpg (39039 octets)

La casa Cortesini in Piazza Marconi

LE  FAMIGLIE

Questa ricerca é il frutto del poco sapere, perché non mi é stato facile avere e trovare informazioni precise sull'antica famiglia Cortesini. Devo quindi limitarmi al più recente e servirmi del solo ricordo. Sarà una descrizione vaga e sicuramente inesatta, specialmente parlando dei  vari personaggi che ho conosciuto da giovane.

Per prima cosa farò accenno alle ataviche abitazioni dei Cortesini di Bagnone, una nel borgo, via della Repubblica e la seconda in piazza della Chiesa nuova, oggi piazza Marconi. 

La prima é descritta dall'attuale proprietario, come un antico palazzo medievale, sotto il quale si snoda, tra scale ed acciottolati, in buie gallerie, un'antica strada mulattiera che, tramite la vecchia porta di Santa Caterina, ci fa accedere al Ponte Vecchio ed al suo borgo, e salendo ancora una faticosa strada mulattiera si raggiunge ansimanti il sovrastante Castello malaspiniano. 

L'altra abitazione é in piazza Marconi, oggi trasformata in pensione e ristorante "dalla Lina", i cui nuovi proprietari hanno adibito l'intero stabile, mantenendo della costruzione, tutte le caratteristiche antiche, che si ritrovano spesso nelle dimore delle famiglie benestanti.

Nelle due abitazioni hanno vissuto i Cortesini, agiati proprietari, con rilevanti  proprietà terriere e fabbricati agricoli, che davano lavoro a famiglie di mezzadri. 

Poi nel tempo, l'agricoltura intensiva andò scomparendo, e unitamente alle divisioni erditarie, anche l' entità patrimoniale si é smembrata per alienazione. 

Tra le due discendenze, dove i legami di parentela si sono ormai assai allungati, i famigliari si considerano oggi forse parenti di sesto grado o più, non c'é mai stata, a mia conoscenza, un grande rapporto di parentela.

Devo tornare un po' indietro, sino al Lorenzo Cortesini che nella prima metà dell'ottocento, aprì in Bagnone, nei locali a piano terreno dello stabile di via della Repubblica, una prima farmacia. Dobbiamo quindi pensare che Lorenzo sia stato laureato in farmacologia e quindi il primo dei Cortesini farmacisti. 

Calcolando grosso modo le date, posso pensare che fu il "signor Beppe", così era chiamato in paese, il successore di Lorenzo. Il signor Beppe, di nome Giuseppe Cortesini, alto di statura, si diceva che aveva sbagliato mestiere, amava l'edilizia nella quale si rifugiava ogni qualvolta aveva un attimo di riposo dagli impegni di farmacia e se ritardava a rientrare, era subitamente rimpiazzato dalla moglie, la signora Zelmira.

Il farmacista ebbe un fratello Mario, laureato in medicina, divenne un grande medico, Primario presso l'ospedale di Orbetello (GR). Di questo illustre chirurgo rimangono poche notizie, tra quelle che mi sono giunte c'é che la piazza antistante il detto ospedale porta il suo nome. Rimase vedovo a Bagnone durante lo sfollamento degli anni quaranta, e la piccola bambina, che aveva a quei tempi pochi anni, a fine guerra andò ad abitare col padre e venne allevata da una giovane, che aveva assunto a Bagnone e portata con loro ad Orbetello per custodire la piccola Lina. 

Al Giuseppe Cortesini succederanno due figli maschi Camillo e Giovanni, laureati in medicina il primo, mentre  il secondo laureato in farmacia continuerà l'attività paterna, oggi é coadiuvato dalla figlia Caterina.

Della famiglia collaterale il cui capostipite Luigi Cortesini, che a mio avviso doveva essere il fratello del Lorenzo sopra citato, abitava in piazza Marconi ricordo poco, ma ebbe due figli dei quali, il primo Lorenzo fu Luigi era impiegato al polverificio di Villafranca,  glaudicante, subì una tragica fine nel 1944, quando venne catturato e trucidato dai partigiani. Il secondo fratello invece di nome Filippo fu Luigi, fece una brillante carriera dirigenziale nell' INPS, alla sede centrale di Roma, sposato a Carla Bovara, si era trasferito con tutta la famiglia a Roma ma ritornava a Bagnone di tanto in tanto a ritrovare gli amici d'infanzia, con i quali amava giocare a scopone.

Di questo Cortesini Comm. Filippo é figlio il celebre chirurgo dei trapianti Dott. Prof. Cortesini Raffaello,  Assistente ordinario presso l'Istituto di Patologia Chirurgica dell'Università degli Studi di Roma, dove ha ricoperto l'incarico di Aiuto di ruolo e responsabile del Reparto Trapianti, ma che oggi risierde negli Stati Uniti, tratterò a parte più sotto.

   RUGgGIO - 2007

 

La farmacia, la cui fondazione risale alla fine del secolo XVIII, ha sede nell'antico palazzo medievale Cortesini dalla prima metà dell'Ottocento, data della sua apertura da parte di Lorenzo Cortesini. Ha conservato l'arredo dell'antica sala vendita, esposto nel retro: una scaffalatura con vetrine di legno color avorio con paraste divisorie di raccordo e capitelli a foglia d'oro realizzati in stile direttorio. 

La dotazione della farmacia è costituita da una notevole quantità e varietà di oggetti. Particolare interesse riveste la serie di contenitori da farmacia in ceramica: si tratta di albarelli, brocche e barattoli in ceramica bianca con decori in azzurro riconducibili al secolo XVII. 

Della stessa epoca sono alcuni strumenti officinali in vetro, come una speciale bottiglia, detta fiorentina, munita di sifone e usata per la preparazione di liquidi immiscibili e un alambicco. 

Appartengono, inoltre, al corredo dell'antica farmacia altri strumenti officinali, databili dalla fine del Settecento alla fine dell'Ottocento, come mortai in ottone, bilance, pesi di materiale vario ed una notevole quantità di testi antichi.

  Da: http://brunelleschi.imss.fi.it/ist/iist.asp?c=700323
 

Il Dott. Prof. Camillo CORTESINI, é nato a Bagnone (Massa Carrara), laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Genova nel Luglio 1961, é

specializzato in Chirurgia Generale nel 1966 ed in Urologia nel 1967 presso l’Università degli Studi di Firenze.

Libero docente in Patologia Speciale Chirurgica e propedeutica Clinica nel 1968.

Professore incaricato di Chirurgia Sperimentale presso l’Università di Firenze dal 1971 diviene Professore Straordinario nella stessa disciplina nel 1975 e Professore Ordinario nel 1978.  

Nel 1979 è chiamato dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Firenze a ricoprire la Cattedra (R) di Patologia Speciale Chirurgica e Propedeutica Clinica e nel 1987 quella di Clinica Chirurgica Generale e Terapia Chirurgica.

Insegna nelle Scuole di Specializzazione di Chirurgia Generale, Chirurgia Vascolare, Gastroenterologia, Malattie del Fegato e del Ricambio, dell’Università di Firenze.

E’ socio ordinario della Società Italiana di Chirurgia, del Gruppo Italiano per lo Studio del Colon, del GISMAD, del Biliary Club.  

E’ Fellow dell’International College of Angiology e della International Society for diseases of the Esophagus.

Respected Educator dell’International Who’s Who in Education.

E’ stato Relatore a Congressi Nazionali ed Internazionali, sia in Italia che all’Estero.

E’ Autore di oltre 300 pubblicazioni molte delle quali apparse sulle seguenti Riviste Internazionali:  

Vascular Surgery, Diseases of Colon & Rectum, Angiology, Medical Biology, Pharmacological Research Communication, Histopathology, Excerpta Medica, Acta Anatomica, Journal Submicroscopic Cytology, Gastroenterology, European Surgical Research, Journal of Neurochemistry, Digestive Diseases and Sciences, Histology and Histopathology, Gastroenterology International, Int. J. Exp. Path., Can. J. Physiol. Pharmacol., Digestive Surgery,  Clinical Cancer Research, World J. Surg., Annals of Surgical Oncology, American Journal of Pathology.  

Per quanto concerne l’attività clinica si occupa principalmente di Chirurgia Oncologica dell’Apparato Digerente, di Patologia Funzionale Esofagogastrica, di Chirurgia del Fegato e delle Vie Biliari, di Endocrinochirurgia.

Direttore della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale dell’Università degli Studi di Firenze.  

 

Del Dott. Prof. Raffaello CORTESINI, valentissimo chirurgo e ricercatore sulle cellule staminali, sui Trapianti d'Organo e sugli Organi Artificiali, ho già trattato in occasione del conferimento della Cittadinanza Onoraria di Bagnone.

Per maggiori informazioni basta fare un link sul titolo qui sopra inserito. 

E-mail

Pubblicato il 28 Marzo 2007

TORNA SÙ